Io Carrozziere, n. 4 – maggio 2019

7 Giugno 2019
Io Carrozziere

Euromec2 e Innotec, connubio vincente (pag. 72)

 

Da aprile 2019 Euromec2 è distributore unico in Italia di Innotec, un accordo che aprirà nuovi scenari negli ambiti della manutenzione e della riparazione in carrozzerie, autofficine, concessionarie, elettrauto

 

Si realizza il sogno degli ambizioni fratelli Carlo e Paolo Falcier, titolari di Euromec2, che da aprile 2019 commercializza, in esclusiva nazionale, i prodotti e le soluzioni tecnico – chimiche a marchio Innotec.

 

Questo traguardo è stato raggiunto passo dopo passo, in oltre 20 anni di stretta collaborazione con la PCS Innotec International NV, partendo da questi punti fermi: qualità, rispetto per le persone e per l’ambiente, formazione, professionalità, etica, competenza, serietà, innovazione, esperienza, passione, voglia di mettersi in gioco.

 

Lo sviluppo è iniziato nel 2018 con l’allargamento a livello Italia del mercato Industria e Artigianato, e prosegue quest’anno con l’espansione territoriale del settore Automotive: da Triveneto e Lombardia a intera Italia.

 

Per suggellare questo passo così importante e questa relazione privilegiata con la casa madre belga sul suolo nazionale, Euromec2 sceglie la vetrina della fiera Autopromotec a Bologna, dove è presente ormai dal 2007.

 

“Stiamo diventando importanti – afferma orgoglioso Carlo Falcier, Amministratore Delegato per il settore Automotive, che gestisce l’azienda insieme al fratello Paolo, AD per il settore Industria e Artigianato – e siamo considerati un partner di primo piano per i professionisti. Ecco cos’hanno in comune oltre 25.000 clienti che ci hanno scelto, e che a breve diventeranno molti di più! Agire con determinazione è il fondamento della nostra felicità e della nostra realizzazione.

Euromec2 offre le prospettive e le certezze di un’azienda a carattere nazionale combinate con lo spirito veloce e pratico, l’organizzazione agile e la gestione etica di un’impresa familiare, ereditata con passione da papà Mario. Ovunque ci siano una chiave inglese e un motore, ovunque ci sia un cantiere, noi ci siamo, perché i nostri piedi sono ben ancorati alla realtà delle cose, ma le ambizioni ci sono e devono essere potenti per guidare pensieri e azioni”.