INFORMATIVA PRIVACY DIPENDENTI – EX ART. 13 DEL D.LG. 196/03

Informativa curricula

INFORMATIVA ai sensi dell’art. 13 del Regolamento Europeo 2016/679 (General Data Protection Regulation o GDPR) PER CURRICULA INVIATI SPONTANEAMENTE

(da fornire al momento del primo contatto con il candidato)

1. Premessa

Il trattamento dei Suoi dati personali contenuti nel curriculum da Lei spontaneamente trasmesso avverrà nel rispetto della normativa in tema di protezione dei dati personali di cui al Regolamento Europeo 2016/679 (General Data Protection Regulation o GDPR), nonché, in quanto e allorché applicabile, al D. lgs. 30 giugno 2003, n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali), così come, da ultimo, modificato anche dal D. lgs. 10 agosto 2018, n. 101, oltreché dei Provvedimenti, delle Autorizzazioni, delle Linee Guida dell’Autorità Garante, attualmente vigenti, e, in ogni caso, di tutta la disciplina integrativa nazionale e comunitaria allo stato applicabile in materia.

2. Titolare del trattamento – Responsabile della protezione dei dati (Data Privacy Officer – DPO)

Titolare del trattamento dei dati personali è Euromec 2 s.r.l., con sede legale in Portogruaro (Ve), Via Maestri del Lavoro 6, P.I. C.F. 02259270276 – e-mail: amministrazione@euromec2.it; tel 0421.275018.

Il DPO di Euromec 2 srl è reperibile presso il Titolare: dpo_euromec2@legalmail.it.

3. Oggetto del trattamento – categorie di dati personali

Il trattamento ha ad oggetto i dati contenuti nel curriculum da Lei spontaneamente trasmesso e potrà riguardare sia dati personali comuni (ad esempio, dati anagrafici, codici fiscali, recapiti, numeri di telefono e/o indirizzi e-mail) sia quelli che rientrano nelle categorie particolari di dati ex art. 9 del Regolamento 2016/679 e cioè i “dati personali che rivelino l’origine razziale o etnica, le opinioni politiche, le convinzioni religiose o filosofiche, o l’appartenenza sindacale, nonché i dati genetici, dati biometrici intesi a identificare in modo univoco una persona fisica, dati relativi alla salute o alla vita sessuale o all’orientamento sessuale della persona”.

4. Finalità del trattamento dei dati

Il trattamento dei dati contenuti nel curriculum vitae verrà effettuato al solo fine dello svolgimento di attività di ricerca del personale e, quindi, per poter valutare il possibile interesse alla futura conclusione di un rapporto contrattuale, il cui contenuto sarà definito dalle parti in un momento successivo.

5. Base giuridica del trattamento

La base giuridica del trattamento dei dati personali comuni dei candidati è il consenso, salvo che, secondo quanto espressamente previsto dall’art. 111 bis D. lgs 196/03, non si ricada nella previsione dell’art. 6, paragrafo 1, lettera b) GDPR, il quale dispone che il trattamento è lecito se “è necessario all’esecuzione di un contratto di cui l’Interessato è parte o all’esecuzione di misure precontrattuali adottate su richiesta dello stesso”.

Ciò significa che solo nell’ipotesi in cui la base giuridica del trattamento è il consenso, il trattamento dei dati comuni dei candidati contenuti nei curricula non potrà aver luogo se non previa acquisizione del consenso dell’Interessato, una volta fornita la necessaria informativa e che l’Interessato ha, in seguito, in ogni momento, il diritto di revocare, il consenso prestato, ferma restando la liceità del trattamento effettuato sino al momento della revoca.

Qualora, invece, ricorrano le condizioni descritte al citato art. 6, paragrafo 1 le tt. b) GDPR – poiché il trattamento “è necessario all’esecuzione di un contratto di cui l’Interessato è parte o all’esecuzione di misure precontrattuali adottate su richiesta dello stesso” – il consenso non è dovuto.

La base giuridica del trattamento dei dati personali riconducibili all’art. 9 del Regolamento 2016/679 dei candidati è il consenso. Ciò significa che senza tale consenso non sarà possibile perseguire le finalità di cui al paragrafo 4 e che l’Interessato ha, in seguito, in ogni momento, il diritto di revocare il consenso prestato, ferma restando la liceità del trattamento effettuato sino al momento della revoca.

Si ricorda inoltre, che l’art. 111-bis D. lgs. 196/03 dispone altresì che l’informativa di cui all’art. 13 GDPR non è dovuta “nei casi di ricezione di curricula spontaneamente trasmessi dagli Interessati ai fini dell’eventuale instaurazione di un rapporto di lavoro”: è solo al momento del primo contatto successivo all’invio del curriculum che è fatto obbligo di fornire all’Interessato detta informativa.

6. Modalità del trattamento e conservazione dei dati

Il trattamento dei dati personali degli Interessati verrà effettuato con modalità informatizzate e manuali e i dati verranno conservati negli archivi fisici ed elettronici del Titolare e dei Responsabili del trattamento (v. sul punto anche paragrafo 7).

Il trattamento dei dati personali sarà effettuato in modo da garantire un’adeguata sicurezza e riservatezza e da impedire l’accesso o l’utilizzo non autorizzato dei dati personali. Pertanto, i dati personali saranno trattati e conservati nel pieno rispetto dei principi di necessità, minimizzazione dei dati e limitazione del periodo di conservazione, mediante l’adozione di misure tecniche ed organizzative adeguate al livello di rischio dei trattamenti e per un arco di tempo non superiore al conseguimento delle finalità per le quali sono trattati, comunque per il periodo previsto dalla legge.

In particolare il Titolare e i Responsabili del trattamento conserveranno i dati personali conferiti, in caso di mancata conclusione del rapporto di lavoro, sino ad un massimo di cinque anni dal ricevimento degli stessi, salvo diversa Sua segnalazione.

7. Soggetti o categorie di soggetti ai quali possono essere comunicati i dati personali o che possono venirne a conoscenza e trattarli in qualità di responsabili o autorizzati al trattamento

I soggetti o categorie di soggetti ai quali possono essere comunicati i dati personali contenuti nel curriculum o che possono venirne a conoscenza e trattarli per le finalità di cui sopra sono:

gli autorizzati ex artt. 29 GDPR e 2-quaterdecies D. lgs. 196/2003, espressamente designati dal Titolare ed operanti sotto la sua diretta autorità, a cui sono state conferite apposite istruzioni per iscritto;

• i Responsabili interni;

•  i Responsabili esterni ex art. 28 GDPR, espressamente nominati dal Titolare e a cui sono state conferite apposite istruzioni per iscritto, di cui può avvalersi il Titolare per lo svolgimento della propria attività;

• il medico competente (ed eventuali altri professionisti) in materia di salute e sicurezza sul luogo di lavoro;

• l’Amministrazione finanziaria (Agenzia delle Entrate) ed enti, fondi o casse anche private di previdenza e assistenza (INPS, INAIL);

• Istituti di credito e assicurativi, anche per le finalità di tutela legale;

• Organizzazioni sindacali a cui l’Interessato abbia conferito specifico mandato;

• Avvocati e consulenti;

altri soggetti o competenti Autorità cui la normativa in vigore o impegni contrattuali o precontrattuali prevedono l’obbligo di comunicazione.

I dati idonei a rivelare lo stato di salute o comunque riconducibili all’art. 9 del Regolamento 2016/679 potranno essere trattati e comunicati con l’indicazione del nominativo dell’Interessato solo ove ciò risulti essenziale per l’adempimento delle finalità di cui al paragrafo 4.

Vige divieto assoluto di diffusione dei dati, ancorché comuni.

I dati potranno essere trattati anche dal DPO ai fini e nei limiti dello svolgimento dei propri compiti istituzionali.

Per ottenere maggiori informazioni circa le liste dei soggetti che potranno trattare i dati o a cui potranno essere comunicati i dati si prega di rivolgersi al Titolare del Trattamento o al DPO.

8. Trasferimento dei dati extra UE e processi decisionali automatizzati 

I dati trattati non sono soggetti a trasferimento extra UE, né sono oggetto di processi decisionali automatizzati.

9. Natura obbligatoria o facoltativa della comunicazione dei dati e conseguenze in caso di un eventuale rifiuto di comunicare i dati

La comunicazione dei dati personali comuni e di quelli ex art. 9 del Regolamento 2016/679 dei candidati è facoltativa, tuttavia, essendo essenziale ai fini dello svolgimento delle attività di cui al paragrafo 4 (ricerca del personale, al fine di valutare il possibile interesse alla futura conclusione di un rapporto contrattuale, il cui contenuto sarà definito dalle parti in un momento successivo), l’eventuale rifiuto di comunicare i suddetti dati comporta necessariamente l’impossibilità di provvedervi.

10. Diritti (ulteriori) dell’Interessato

A norma degli artt. 15-22 del Regolamento Europeo 2016/679 (GDPR), ciascun Interessato ha inoltre diritto di chiedere l’accesso ai dati personali che lo riguardano, la rettifica dei dati inesatti e l’eventuale integrazione, la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento ove ne ricorrano i presupposti, nonché di opporsi al loro trattamento nell’ipotesi ivi previste nonché il diritto alla portabilità dei dati che lo riguardano qualora siano oggetto di un trattamento automatizzato basato su contratto o sul consenso.

E’ previsto altresì il diritto di revocare il consenso prestato per le finalità di trattamento che lo richiedono, ferma restando la liceità del trattamento effettuato sino al momento della revoca.

Per le richieste di esercizio dei propri diritti ciascun Interessato può rivolgersi al Titolare o al DPO, nei recapiti sopra indicati.

Ciascun Interessato ha il diritto di proporre reclamo al Garante per la protezione dei dati personali (Autorità di Controllo) – www.garanteprivacy.it