Vetro liquido “Liquid Glass”: fari auto come nuovi

6 Febbraio 2019
Vetro liquido "Liquid Glass": fari auto come nuovi

CarCare: focus sui fari auto

 

All’inizio degli anni ’90, quasi tutti i produttori di sistemi d’illuminazione nel settore automobilistico hanno cambiato la produzione delle lenti dei fanali da vetro a materiale sintetico (policarbonato).

 

Per 3 motivi, sostanzialmente:

 

Maggiore libertà di design

Minori costi di produzione

Maggiore sicurezza

 

I fanali in materiale sintetico offrono al costruttore maggiori e più svariate possibilità di design (forme, dimensioni), il processo di produzione è meno costoso, e inoltre il policarbonato diminuisce drasticamente il rischio di tagli in caso di un eventuale incidente stradale, contribuendo così a un maggior livello di sicurezza. E’ un materiale leggero, riciclabile e ha una grande resistenza contro calore e urti: essendo 200 volte più forte del vetro, in caso, per esempio, di colpi di sassi, flette e non si rompe.

Il policarbonato è trasparente, ha un’altissima rigidità e, come detto, è estremamente resistente agli urti. Di contro, come svantaggio, non resiste ai graffi ed è sensibile all’usura in poco tempo. Per questo le lenti dei fanali vengono trattate con una pellicola trasparente resistente ai raggi UV e resistente ai graffi, che protegge il fanale dalle intemperie e dai raggi UV.

Ma esiste policarbonato e policarbonato, e anche una diversa qualità del trattamento applicato sul policarbonato. Inoltre, l’uso intensivo e prolungato del veicolo, l’esposizione al sole, l’inquinamento da pioggia acida, il sale, lo smog sono fattori che alla lunga – con le dovute distinzioni di marca e modello – richiedono un intervento riparatore, di ri-protezione, per consentire di viaggiare in condizioni di visibilità notturna ottimale, un tema troppo spesso sottovalutato ai fini della sicurezza, e per evitare problemi nelle revisioni periodiche. Senza considerare il fattore estetico, che ha pur sempre la sua importanza (aspetto trascurato, vecchio e davvero poco apprezzabile).

La sostituzione del fanale completo ha un costo molto elevato, non potendo essere sostituita solo la lente nei fanali in policarbonato.  Il costo, il più delle volte, non è giustificato in relazione al valore dell’auto; inoltre, con il continuo aggiornamento dell’industria automotive, spesso diventa difficile reperire l’esatto modello del fanale.

 

Per questo motivo, negli ultimi anni sono stati sviluppati e introdotti sul mercato prodotti e sistemi per il ripristino dei fanali in policarbonato.

 

Innotec ha sviluppato, dopo anni di attenta ricerca nata dalla collaborazione diretta con i costruttori stessi dei fanali e dopo accurati test, un prodotto  innovativo per il ripristino dei fanali opachi e ingialliti come in originale, rispettando i requisiti di qualità del produttore. E’ un trattamento che le officine specializzate possono garantire in tempi rapidi e con un risultato finale perfetto.

Con questo prodotto di alta tecnologia, Innotec offre al carrozziere e al meccanico la possibilità di ripristinare il fanale in modo originale come in primo impianto, senza nessuna costosa sostituzione per il cliente!

 

Liquid Glass è in grado di far riacquistare ai fanali le capacità di resistenza originarie, eliminando i danni da usura. Va ben oltre quindi gli analoghi e numerosi prodotti disponibili sul mercato, che si limitano alla lucidatura o alla riverniciata dei fanali e presentano l’inconveniente di ottenere un risultato di minore qualità e comunque di limitata efficacia nel tempo.

 

Liquid Glass elimina, insieme a eventuali graffi e screpolature, l’effetto di decolorazione, ossidazione e ingiallimento da usura che influisce negativamente sull’illuminazione, ripristinando sia la trasparenza assoluta sia il film protettivo, con una qualità del risultato finale pari ai fanali di primo impianto.

 

Liquid Glass si applica in un ambiente privo di polvere (cabina forno o stanza pulita) facendo colare con un solo passaggio il prodotto sul fanale, smontato e inclinato di circa 45°, partendo dai bordi e utilizzando l’apposita confezione monodose da 60 ml. L’esperienza permetterà di utilizzare un solo flacone per due fanali, evitando sprechi. La composizione chimica del liquido è analoga a quella del film utilizzato in primo impianto. Non occorre utilizzare primer o effettuare miscelazioni, con relativi possibili errori, e nemmeno spruzzare o nebulizzare il prodotto, che è monocomponente e si applica con la tecnica del flowcoating, ovvero della fluttuazione: viene steso sul fanale direttamente dal flacone, dotato di apposito beccuccio e studiato per evitare che il liquido si secchi.

 

“La miscelazione predefinita di Liquid Glass – racconta Carlo Falcier, AD per il settore Automotive di Euromec2 – fa mantenere sempre la viscosità ottimale e permette una notevole semplicità di utilizzo, abbreviando i tempi di lavorazione. La vernice Xiloxane, dura e molto resistente ai graffi, ripristina il fanale al 100%: basta che il carrozziere o il meccanico osservino con cura le corrette modalità di asciugatura per ottenere una cristallizzazione pari alla durezza del vetro, con una trasparenza assoluta”.

 

MODO D’IMPIEGO

 

FASE 1

A  Eliminare con la levigatrice tutto il rivestimento del fanale. Fase di levigatura 1 (asciutto) > carta P280. Levigare finché saranno rimossi i graffi ed il rivestimento rovinato.

B  Dopo la levigatura, pulire con un Multi Wipe umido.

 

FASE 2

C  Il fanale è pronto per essere levigato con la levigatrice, con i seguenti passi: > asciutto P320 > asciutto P400 > asciutto P500 > asciutto P600.

D  Dopo ogni passo pulire con un Multi Wipe umido.

 

FASE 3

E  Levigare con la levigatrice, nelle seguenti fasi: > bagnato P800 > bagnato P1500 > bagnato P3000.

F  Pulire con un Multi Wipe umido.

 

FASE 4

G  Utilizzare Body Shop Polish e passare il fanale con una pressione controllata ed uniforme orizzontalmente, fino ad ottenere la superficie liscia.

H  Ripulire con un Multi Wipe umido.

 

FASE 5

I  Utilizzare Repaplast Cleaner Antistatic e passare brevemente il fanale orizzontalmente. Dopo pulire il fanale con Multi Wipe e di nuovo con Repaplast Cleaner AS.

J  Appoggiare il fanale in modo stabile a circa 45° su un panno che assorbe l’umidità.

K  Sia il fanale che il rivestimento (Liquid Glass) devono avere una temperatura tra i 17° e i 20°C.

L  L’applicazione del rivestimento deve avere luogo in un ambiente privo di polvere (cabina forno/stanza pulita).

 

FASE FINALE

A  Pulire nuovamente il fanale con Repaplast Clenaer AS e asciugare con l’aria compressa (infatti non deve essere caricato staticamente).

B  Prendere il flacone di Liquid Glass, applicare il beccuccio e controllare che il prodotto fuoriesca uniforme.

C  Liquid Glass (disponibile anche in un comodo kit in valigetta) deve essere applicato con un movimento regolare in uno strato chiuso.

D  Lasciar scollare il fanale, e se necessario pulire i bordi con un panno che non lasci pelucchi.

E  Lasciar asciugare il rivestimento applicato per circa 15 minuti a temperatura ambiente.

F  Applicare su una parte piatta l’indicatore di temperatura (in dotazione).

G  Per ottenere un’asciugatura completa del Liquid Glass, bisogna portarlo a una temperatura di 110°C per 60 minuti (oppure 90° per 90 minuti). Si può utilizzare aria calda oppure la lampada a infrarossi.

H  Dopo l’asciugatura completa, lasciar raffreddare il fanale e procedere con il montaggio.

 

Ora che avete terminato il ripristino del fanale con successo, chiedete al cliente che ne pensa. Il suo entusiasmo vi caricherà a mille!

 

[voti: 1 media: 5]

Iscriviti alla nostra newsletter

Per ricevere novità, informazioni, tutorial sull'uso dei prodotti e molto altro

Iscriviti